Gong Bao Tian

Gong Bao Tian-2-largeNa Ru Shan Shi (città di Gong Bao Tian).

Originario del villaggio di Qing Shan nel paese di Ma Shi Dian, da piccolo studiò alla scuola privata per quattro anni.
Essendo di umili origini, fin dall’età di tredici anni andò a lavorare presso un negozio in cui si vendeva riso (Yuan Heng Li Dui Fang). Nello stesso anno iniziò l’apprendimento delle arti marziali presso il maestro Yin Fu. Quest’ultimo era il capo delle guardie dell’imperatore e anche primo allievo del fondatore del Ba Gua Zhang (Ba Gua You Shen Lian Huan Zhang), Dong Hai Chuan.
Promettente allievo, Gong Bao Tian studiò tantissimo e si allenò duramente, raggiungendo in breve tempo un ottimo livello.
Dong Hai Chuan, essendosi accorto delle enormi potenzialità del ragazzo, lo premiò insegnandogli tutto quel che sapeva dell’Arte, cosa che non fece con tutti gli altri suoi allievi. Così ben presto Gong Bao Tian divenne il secondo successore del Ba Gua Zhang originale (Zheng Zong Ba Gua Zhang).
Nel 23esimo anno dell’imperatore Guang Xu (1897), fu chiamato nella città proibita ed insignito della nomina di capo della guardia imperiale, meritando il quarto livello nelle cariche dello Stato e il permesso di portare addirittura la sciabola. Fu guardia del corpo sia della madre dell’imperatore, Ci Xi, che dell’imperatore stesso, Guang Xu, e fu l’ultimo capo delle guardie del periodo Qing.
Nell’anno 1900, gli eserciti di otto paesi entrarono a Beijing (Pechino), e a Gong Bao Tian venne ordinato di scortare Ci Xi e Guang Xu verso ovest fino a XiAn.
L’anno successivo, l’imperatore Guang Xu, ritornato a Pechino, premiò il grande coraggio e la bravura che Gong Bao Tian aveva dimostrato nelle arti marziali regalandogli un gilet giallo, il colore dell’imperatore.
Gong Bao Tian si accorse che il governo dei Qing peggiorava sempre più, tanto che perse progressivamente la fiducia in Ci Xi e nel 1905 lasciò la sua carica imperiale e tornò nel suo paese di origine.
Rimase nel suo paese per diciassette anni, conducendo una vita ritirata e comportandosi umilmente, mantenendo buoni rapporti con tutti, senza mai ostentare la sua abilità nel KungFu.
Nonostante la sua modestia, molti gli chiesero di insegnare sia nel suo paese che in quelli limitrofi (Hai Yang Guo Cheng) il Ba Gua Zhang di base.
Nel 1922, in Manciuria, il capo dell’esercito che comandava quella zona, Zhang Zuo Lin, sentì il nome di Gong Bao Tian e lo cercò per affidargli l’incarico di guardia del corpo per scortarlo.
Quando lo vide per la prima volta, rimase abbastanza interdetto, vedendolo così magro, piccolo e brutto, e credendo che tutto ciò che di lui era stato detto fosse una menzogna.
Gong Bao Tian intuì i suoi pensieri dall’espressione del viso e gli propose una prova: si allontanò di venti passi e lo esortò a sparargli addosso.
Era risaputo che Zhang Zuo Lin con le pistole fosse talmente bravo da riuscire a spegnere un incenso a cento passi di distanza. Eppure sparò due volte, mancandolo. Decise  invano di riprovare. Si ritrovò alle spalle Gong Bao Tian che lo avvertiva: “se avessi voluto prendere la tua vita, non avresti avuto nemmeno il tempo di girare la testa. Questo destò in Zhang Zuo Lin enorme ammirazione. Il capo dell’esercito comprese allora l’enorme destrezza di Gong Bao Tian e lo mise a capo di tutti gli eserciti delle tre province come Maestro.
Qualche tempo dopo, Gong Bao Tian lo salvò da morte certa per mano dei giapponesi.
Nella primavera del 1928, Gong Bao Tian si recò a Beijing per fare da guardia a Zhang Xue Liang. Fu dopo la cosiddetta  “Strage di Huang Gu Tun” che lasciò il ruolo di guardia del corpo per tornare a casa.
Insegnò in molti luoghi: Ru Shan, Mou Ping, Yan Tai ed altri, riunendo attorno a sé molti allievi.
Durante la seconda guerra mondiale, il capo dell’esercito cinese Ba Lu Jun, Xu Shi You andò in visita a Gong Bao Tian.
Gong Bao Tian nella scelta dei propri allievi era molto attento alla qualità delle persone, e in modo particolare alla bontà d’animo, insegnando loro l’amore per lo Stato.
Primo fra i suoi allievi fu Wang Zhuang Fei, al quale insegnò tutto ciò che sapeva per oltre dieci anni.
Wang Zhuang Fei divenne il terzo successore della scuola originale di Ba Gua Zhang, quando la Repubblica Popolare Cinese era ancora ai suoi albori.
Gong Bao Tian morì nel villaggio di Qing Shan all’età di 73 anni.